SCADENZIARIO GIUGNO 2018

Scadenziario Giugno 2018 »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

 

15 GIUGNO

FATTURAZIONE DIFFERITA

Scade il termine per l’emissione ed annotazione della fattura differita per le consegne o spedizioni avvenute il mese precedente per le quali è stato emesso documento di trasporto.

 18 GIUGNO

Scadenza effettiva lunedì 18 giugno

I.M.U.

Scadenza dell’acconto IMU 2018

TASI

Scadenza dell’acconto TASI 2018

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI

Versamento dell’IVA a debito tramite l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6005 (versamento Iva mensile – maggio),da parte dei contribuenti Iva mensili.

RITENUTE ALLA FONTE

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (i.e.: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.

INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE

Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento con l’utilizzo del mod. F24.

INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA

Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.

25 GIUGNO

Scadenza effettiva lunedì 27 giugno

INTRASTAT – mensili

Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese precedente.

Entro il 29 GIUGNO

APPROVAZIONE BILANCI SOCIETA’

Scade il termine di lungo 180 giorni per l’approvazione del bilancio per l’esercizio chiuso al 31/12/2017; alcuni nostri prodotti per aiutarti nella redazione del bilancio d’esercizio.

30 GIUGNO

I seguenti adempimenti e versamenti, tutti con scadenza sabato 30 giugno, sono prorogati al 2 luglio

REDDITI 2018

Prima scadenza per il pagamento imposte derivanti dal modello redditi 2018, è prevista una scadenza di recupero al 20 agosto 2018 col pagamento dello 0,4%.

E’ prevista la possibilità di rateizzare il dovuto, pagando oggi la prima rata.

Cedolare secca – Versamento della cedolare secca a saldo per il 2017 e in acconto per il 2018

IRPEF ed addizionali – Versamento dell’IRPEF e delle addizionali a saldo per il 2017 e in acconto per il 2018

Contratti di locazione breve – Comunicazione all’Agenzia delle Entrate da parte di intermediari immobiliari e portali telematici dei dati relativi a contratti di locazione breve ed assimilati per i quali non è stata operata la ritenuta del 21%

Dichiarazione IMU/TASI – Presentazione, salvo diversi termini comunali, della Dichiarazione IMU (valida anche ai fini TASI) per comunicare inizio del possesso o variazioni intervenute nell’anno solare precedente che siano rilevanti ai fini dei tributi in questione

Dichiarazione dei redditi – Presentazione in forma cartacea, da parte delle persone fisiche e delle società di persone, se non obbligate all’invio telematico, della dichiarazione dei redditi Mod. REDDITI 2018 (per redditi 2017) tramite gli uffici postali. 

DIRITTO ANNUALE CAMERE DI COMMERCIO  

Scade il termine per il versamento – con modello F24 – del diritto annuale 2017 dovuto per le Camere di Commercio (codice tributo 3850-diritto camerale); il pagamento può essere differito al 20 agosto con la maggiorazione dello 0,4%.